“i gufi di villa san giuliano”. un evento per conoscere la storia del Barone de Gemmis e della sua villa a Terlizzi

 

Domenica 14 settembre a partire dalle 17.00, dopo 57 anni di oblio, i riflettori torneranno a illuminare un altro sito del territorio di Terlizzi ricco di storia, attraverso l’evento “I Gufi di Villa San Giuliano”, un evento trasversale didattico-culturale-artistico-naturalistico-musicale, che ha come obiettivo la valorizzazione dell’antica residenza del barone Ing. Gennaro de Gemmis. Location dell’evento, patrocinato dalla Camera di commercio di Bari, dal Comune di Terlizzi e dal Gal Fior d’Olivi sarà Villa S. Giuliano, prima sede di un antico monastero medievale, dedicato a S. Giuliano, poi della più importante raccolta di documenti e libri relativi alla storia della Puglia – raccolta che attualmente costituisce il fondo della Biblioteca Provinciale di Bari, intitolata al Barone de Gemmis – che fino agli anni ’50 del Novecento ha attratto a Terlizzi personaggi del calibro di Benedetto Croce, H.L. Michel, direttore della Biblioteca Nazionale di Parigi, E. Jamison, direttrice del British Museum di Londra e tanti altri storici e giornalisti di fama internazionale.

Villa San Giuliano non è stata solo la sede della preziosa collezione de Gemmis, ma anche il luogo in cui il Barone ha dato il via a quella riforma agraria che ha visto il nascere e lo sviluppo della floricoltura a Terlizzi, tramite la costituzione di una stazione sperimentale di floricoltura, ricca di piante e fiori che Don Gennaro importò da ogni parte del mondo.

L’evento intende non solo favorire la conoscenza e quindi la valorizzazione di Villa San Giuliano, ma vuole anche essere occasione di denuncia di una pagina buia di storia terlizzese, che ha visto il progressivo saccheggio della villa, ridotta attualmente a dipendenza inagibile dell’Istituto agrario de Gemmis.

Numerose e diversificate sono le attività in programma, che avranno luogo sia presso la stazione di servizio “Gli Ulivi di San Giuliano” – Tamoil via Mariotto, che presso l’Istituto agrario de Gemmis: dagli spettacoli di volo con falchi e rapaci notturni ai laboratori creativi, dalle visite guidate allo spettacolo tagliente sul barone G. de Gemmis fino al party musicale che vedrà la partecipazione di alcuni tra i dj più in voga nel territorio pugliese e non solo.

Di seguito il programma dell’evento:

-ORE 17.00 APERTURA PARCO DEI GUFI: botteghe. esposizione rapaci notturni, falchi e aquila reale e stand gastronomici.

-ORE 17.00 INIZIO LABORATORI DIDATTICI:

“PIETRE CHE GUFANO” a cura di Valentina Chiapperini INFO: 3403199316

“GUFI CERAMISTI a cura di Daniela Pagano INFO: 3471983747

-DALLE ORE 17.15 VISITE GUIDATE presso Villa San Giuliano e la stazione sperimentale di floricoltura a cura della dott.ssa Mariateresa Foscolo (archeologa) e della dott.ssa Daniela Confetti (storica dell’arte)

– ORE 18.30 “PERDONA GLI UOMINI, SE TI CHIAMANO PORCO”. IL BARONE GENNARO DE GEMMIS di dott. Michele Amendolagine (presidente ass. Torre Normanna – organizzatore)

-ORE 19.00 SPETTACOLO DI BASSO VOLO con il falco Harrys a cura del falconiere Giuseppe Rosito (falconiere di Castel del Monte)

-ORE 19.30 PREMIAZIONE CONCORSO ARTISTICO

-ORE 20.30 SPETTACOLO RAPACI NOTTURNI volo gufo reale e barbagianni a cura di Giuseppe Rosito

-ORE 22.00 #IL CASINO DEI PORCI: dj set Nicola Amoruso (AMORHOUSE)-Special guest, Paky DT, Hudby Pale, Paolo Mod Ruggiero

– ORE 1.00 CHIUSURA

Per maggiori informazioni e per rimanere sempre aggiornati si consiglia di seguire l’evento sulla pagina Facebook I Gufi di Villa San Giuliano e sul portale Puglia Events. Inoltre, potete mandare una mail all’indirizzo asptorrenormanna@libero.it o chiamare il numero 3421839176.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento